Fondo di solidarietà

 

Il Fondo di Solidarietà è un iniziativa dell’Associazione “La Piuma” onlus per far fronte alle emergenze di un numero necessariamente ristretto - sia per le risorse economiche di cui si dispone , sia per il tipo di affiancamento che s’intende - di persone e/o famiglie che vengono seguite e accompagnate individualmente dai Soci.

Le emergenze che si affrontano sono di natura economica (affitti e/o utenze da pagare), lavorativa, burocratica (permessi di soggiorno, documenti), sanitaria (malattia, gravidanza), abitativa molto spesso correlate tra di loro.

Condizione indispensabile per l’accesso al Fondo di Solidarietà è la reale situazione di emergenza e la concreta intenzione da parte dell’utente di affrontare e risolvere tale emergenza : il Fondo non offre, se non in condizioni molto particolari, un aiuto continuativo sul lungo periodo.   

L’accesso al Fondo di Solidarietà avviene in maniera spontanea su indicazione dei Soci o della rete di Servizi che informalmente si è creata attorno al progetto.

Il Fondo di Solidarietà è totalmente autofinanziato dai Soci de “La Piuma” onlus e dai suoi simpatizzanti.

Il Fondo di Solidarietà è attivo dal gennaio 2008. In questi anni, per dare un po’ di numeri che comunque non sono particolarmente significativi sulla componente umana e sulla qualità dell’ accompagnamento e dell’incontro con le persone aiutate, il Fondo di Solidarietà è intervenuta

  • Su un totale di 13 situazioni:
    • Di cui 9 mamme con figli, 1 papà       con figlio,
    • E 3 famiglie complete (entrambi i       genitori con i figli)
    • Con provenienza Sudamerica, Africa,       Italia.
  • Con un investimento economico di      circa 20.000 euro:
    • Di cui 14.000 euro circa per pagare       gli affitti
    • Il restante per le utenze, il       vitto, le spese sanitarie e legali

 Il Fondo di Solidarietà al Forte Tenaglie troverà la possibilità di svilupparsi e migliorare i suoi interventi perché avrà a disposizione:

  • Due mini alloggi per le accoglienze di urgenza (da condividere con la Casa Famiglia);
  • Spazi per i colloqui e gli incontri;
  • Spazi per la promozione e la ricerca fondi.

Vuoi scrivere alla responsabile del progetto? Clicca qui

Vuoi aiutarci ad aiutare attraverso il "Fondo di Solidarietà" ?