magnifica follia

1.Considerazioni generali

 

        Il progetto “Forti/e insieme” a Forte Tenaglie è un progetto de “La Piuma” onlus che già a partire dal nome intende rivolgersi alle persone nel senso più ampio: insieme si è forti, solo insieme è possibile, è realizzabile ed ha significato il Forte Tenaglie.

Al Forte Tenaglie, quindi, molto concretamente, le persone si incontrano, propongono, costruiscono progetti e usufruiscono dei progetti in un’ottica dove la distinzione tra le differenti modalità costruire-utilizzare, quasi perde senso.

Il progetto di recupero strutturale nella sua concretezza è talmente ingente ed economicamente oneroso che è stato suddiviso in lotti e aree funzionali e fine a se stesse, in un percorso logico e spaziale che nel Forte Tenaglie trova una sorprendete corrispondenza.

Tuttavia ogni “passo” va sempre considerato all’interno del progetto nella sua complessità: la Casa Famiglia, ad esempio, non sarà una realtà isolata dal mondo, chiusa in un Forte, ma al contrario i bambini in essa accolti avranno la possibilità (quando permesso loro dai vari provvedimenti restrittivi di protezione e tutela) di scendere nelle aree aperte al pubblico ed incontrare coetanei, intessere relazioni, giocare in un ambiente bello e attrezzato.

 

La Concessione Demaniale è strettamente vincolata all’esecuzione del progetto di recupero e funzionale del Lotto 1 aree 1, 2 e 3.

 

 

2.Il Lotto 1 Area 1 e le attività sociali in esso insediate.

 

Il lotto 1 area 1 inizia quindi dal cancello di ingresso principale, si estende alla Casa del Telegrafo e alle aree antistanti comportandone il recupero completo della funzionalità e quindi offrendo un presidio stabile e continuativo a tutto il Forte. Nella Casa del Telegrafo troverà spazio

  • il      progetto della Casa Famiglia su Base Professionale (già dall’avviamento      funzionante in un piccolo appartamento, che però dovrà essere lasciato libero avendo essa ricevuto lo sfratto      esecutivo),
  •                                                                                                                                   i due mini      alloggi a disposizione del progetto Fondo di Solidarietà, ma anche dei      genitori aspiranti adottivi/affidatari dei bambini in Casa Famiglia che      potranno sperimentare reciprocamente ed in maniera graduale durante la      fase di “conoscenza” un certo grado di autonomia.
  • L’ufficio,      gli spazi associativi e il salone dedicato alla      formazione/sensibilizzazione delle tematiche inerenti l’affido e      l’adozione.

 

Nello spazio antistante la Casa del Telegrafo, ci sarà un ampio e curato giardino attrezzato e sicuro per le attività e gli incontri dei bambini della Casa Famiglia.

Nello spazio retrostante la Casa del Telegrafo,invece, tutti i sistemi funzionanti di energia alternativa (solare termico e fotovoltaico) nel rispetto anche delle indicazioni della Soprintendenza: in questo modo, già nell’area 1 del lotto 1, non solo vengono potenziati i progetti già in essere de La Piuma onlus (Casa Famiglia, Fondo di Solidarietà, sensibilizzazione e formazione), ma con i diversi sistemi ecologici funzionanti, opportunamente illustrati e spiegati (dai pannelli solari sopra citati, al recupero e riutilizzo delle acque piovane per esempio), si avviano pur in minima parte anche tutte quelle attività nell’ambito della tutela e valorizzazione della natura che l’Associazione per mancanza di spazi non ha ancora realizzato.

 

 

3.Le altre attività/progetti del Lotto 1

 

Il lotto 1 continua poi con le aree 2 e 3 dando ulteriore ed importante spazio alle attività nell’ambito della natura e contestualmente anche a tutta l’area aperta al pubblico con progetti rivolti alle persone.

Nell’area 2, con la sistemazione delle aree e le opportune attrezzature, verrà avviata anche la Fattoria Socio Didattica che troverà poi il suo completamento nell’area 3 quando verrà attivato anche il secondo ingresso e verranno recuperati i fabbricati “B” e “C”.

In queste due aree del Forte Tenaglie quindi ci saranno:

  • spazi verdi, curati ed attrezzati, area picnic;
  • una Fattoria Socio-Didattica orientata agli animali domestici e da cortile, per dare ai bambini la possibilità di conoscerli e farne esperienza, colmando così una lacuna sempre più vasta e profonda. La Fattoria sarà un’occasione per conoscere gli animali e la natura, ma anche un luogo dove essi possano diventare strumento attivo nella crescita della persona: in essa (Fattoria) e con essa si potranno sviluppare anche tutti quei progetti di “sostegno” quali ad esempio la pet therapy e l’onoterapia ecc…
  • spazi per laboratori rivolti ai giovani e alle scuole di ogni ordine e grado;
  • spazi per le feste.

 

Verrà così offerto alle persone, alle famiglie, ai visitatori tutti uno spazio straordinario per i suoi valori culturali, ambientali e paesaggistici, e un’occasione unica per il fatto di poterne fruire a pochi minuti dalla città e dal quartiere di Sampierdarena, da sempre bisognosi di spazi e di strumenti d’aiuto per le persone

 

 

4.I progetti già avviati che verranno potenziati al Forte Tenaglie

 

  • Casa Famiglia su Base Professionale

La Casa Famiglia Professionale “LA PIUMA” è inserita all’interno dell’omonima Associazione onlus e ne condivide, oltre al nome, i valori fondanti (art. 3, 4, 5 dello Statuto).  Leggi il progetto 

 

Forte dell’esperienza di questi anni, la Casa Famiglia partecipa al progetto de “La Piuma”onlus denominato “Forte/i insieme!!!” presso Forte TenagliE.

Si tratta del recupero, suddiviso in aree e lotti, di uno dei Forti della cinta muraria Genovese di cui “La Piuma” onlus ha già ottenuto concessione pluriennale da parte dell’Agenzia del Demanio proprietaria del sito e attualmente sta ottenendo le necessarie autorizzazioni edilizie.

All’interno del progetto ben più ampio di valorizzazione e apertura alla città con le diverse iniziative dell’associazione (Fattoria didattica, aree picnic e feste, museo, laboratori) che renderà tutta la realtà del Forte frequentata anche da famiglie e scolaresche, vi è una area attigua, circoscritta e potenzialmente molto riservata con un accesso indipendente, costituita da un edificio su due piani interamente da ristrutturare che sarà destinato alla Casa Famiglia e alle sue attività collaterali.

All’interno di questo edificio la Casa Famiglia disporrà non solo di spazi adeguati all’accoglienza dei 5 e non più solo 3 bambini affidati, dei volontari e del personale necessario, ma anche di un salone per la sensibilizzazione alle tematiche affido/adozione e soprattutto di due mini alloggi in grado di accogliere le famiglie affidatarie/adottive quando è in atto il percorso di avvicinamento con i bambini della Casa Famiglia.

In questo modo sarà così possibile offrire alle nuove famiglie (ed in particolare a quelle provenienti da fuori Genova come nel caso frequente delle adozioni) e al bambino, uno spazio confortevole e significativo dove incominciare gradualmente il percorso di conoscenza reciproca. Tutto questo inserito in un contesto straordinario di natura, molto curato ed opportunamente attrezzato, lontano dal traffico e dal caos, ma allo stesso tempo sempre inserito nella rete di servizi e relazioni della città (il Forte è raggiungibile comodamente sia coi mezzi privati che pubblici urbani).

 

  • Il Fondo di Solidarietà

 

Il Fondo di Solidarietà è un iniziativa dell’Associazione “La Piuma” onlus per far fronte alle emergenze di un numero necessariamente ristretto - sia per le risorse economiche di cui si dispone , sia per il tipo di affiancamento che s’intende - di persone e/o famiglie che vengono seguite e accompagnate individualmente dai Soci.  Leggi il progetto

 

 

Il Fondo di Solidarietà al Forte Tenaglie troverà la possibilità di svilupparsi e migliorare i suoi interventi perché avrà a disposizione:

  • Due mini alloggi per le accoglienze di urgenza (da condividere con la Casa Famiglia);
  • Spazi per i colloqui e gli incontri;
  • Spazi per la promozione e la ricerca fondi.

 

 

5.Conclusioni

 

Ecco così che il Forte Tenaglie, uno dei Forti più importanti nella storia di Genova e, chissà, forse anche per questo uno dei più “dimenticati”, viene da un’associazione di volontari restituito alla città, ai suoi abitanti e ai suoi visitatori; riscatta la sua storia fatta di guerra, tradimenti, morte, cannoni rivolti alla città stessa non certo per difenderla, per diventare, come recita lo slogan del progetto, un luogo di pace, di incontro,di aiuto, di formazione … per diventare quindi un’opportunità dove potenziare sì gli importanti e incredibili progetti che la La Piuma onlus da tempo ha avviato, ma dove sviluppare anche quelli che ha nel cassetto e di inventarne anche di nuovi, nel rispetto dello Statuto e dei Valori fondanti, grazie alle persone che si avvicineranno , alla ricchezza e al fascino di un luogo straordinario.

Una “magnifica follia” che è già diventata realtà, ma che per vivere necessita di risorse e, ancor prima, di persone che credano in essa.

Aggiungi commento

L'associazione "La Piuma" si riserva il diritto di cancellare arbitrariamente dei commenti se questi non rispettano alcune regole e/o comunque si decida in tal senso come per esempio:
Contenuti volgari, irrispettosi e offensivi verso lo staff od altre persone o associazioni
Riferimenti pubblcitari, politici od a siti con fini di lucro


Codice di sicurezza
Aggiorna